informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Il fatto che alla fine del 2015 risultassero, tra gli altri, oltre 8 mila iscritti all’Albo degli Avvocati di Palermo ed oltre 3 mila in quello della vicina Messina, fa capire che da sempre in Sicilia è presente una forte tradizione rispetto alle professioni legate all’ambito giuridico in generale, e quindi non solo quella dell’avvocato prima citato ma anche altre ad essa afferenti come quella del magistrato, del consulente o del notaio.

Una tradizione sul cui solco si inserisce la proposta di formazione universitaria di Unicusano che però prova a definire un concetto diverso di studio universitario, proponendo un corso di laurea in giurisprudenza a Palermo erogato completamente online.

Chi si iscrive a questo corso non è tenuto a frequentare alcuna facoltà di giurisprudenza dell’Università di Palermo ma ha invece la libertà di poter scegliere quando seguire le lezioni dei vari corsi visto che quest’ultime sono sempre visibili online in streaming, semplicemente connettendosi via internet al portale e-learning dello stesso ateneo.

In particolare Unicusano vanta oggi la disponibilità di un’intera area didattica dedicata all’ambito giuridico, all’interno della quale è attivo un corso di laurea quinquennale a ciclo unico in giurisprudenza. Rispetto alla classica università di giurisprudenza a Palermo dunque non vi è alcun obbligo di frequenza visto che in generale la presenza fisica degli iscritti presso la sede della Facoltà è richiesta solo per pochi giorni l’anno ed in particolare in occasione degli esami.

Questa la differenza principale. C’è però un punto fondamentale che accomuna la proposta di studio di Unicusano a quella di una facoltà di giurisprudenza a Palermo tradizionale che è la validità del titolo di studio conseguito. Chi infatti si laurea a Palermo in giurisprudenza con Unicusano consegue una titolo di studio equipollente a quello rilasciato da una università statale. Ciò significa che tale laurea può ad esempio esser utilizzata per la partecipazione ad un concorso pubblico; allo stesso modo la laurea quinquennale in giurisprudenza conseguita con Unicusano è valida per la partecipazione all’Esame di Stato per l’iscrizione all’Ordine locale degli Avvocati, o per le selezioni che portano alle prima citate carriere di magistrato e notaio.