informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come dormire bene: consigli utili per riposare nel modo corretto

Commenti disabilitati su Come dormire bene: consigli utili per riposare nel modo corretto Studiare a Palermo

Come dormire bene? Ve lo dovete chiedere e dovete anche trovare presto le risposte. Perché avere la testa fresca quando, al mattino, vi mettete sui libri di un esame rientra tra le cose importanti da fare nella corretta gestione del tempo libero di uno studente. Dormire nel modo corretto, infatti, influenza direttamente la vostra salute mentale e fisica e la qualità della vostra vita diurna. Nonostante questo non è così raro che molti di noi saltino la notte, buttando via le ore di sonno di necessari ad essere lucidi. Come gestirsi? Apportando modifiche semplici ma importanti alla routine quotidiana e alle abitudini della buonanotte con un consequenziale profondo impatto sul modo in cui dormire, lasciandovi mentalmente attivi, emotivamente equilibrati e pieni di energia per tutto il giorno. Ecco una mini-guida che vi illuminerà molto sul tema.

Capire come dormire bene è importante. Perché fare le ore piccole non è uno stile di vita che potete portare avanti alla lunga e perché la testa, per apprendere, ha bisogno di essere fresca e riposta. Se volete rendere agli esami, insomma, dovete assicurarvi ristoro quando siete tra le lenzuola.

Il primo passo importante è restare in sintonia con il naturale ciclo sonno-veglia del vostro corpo. Se sarete in grado di mantenere un normale programma di sonno-veglia, infatti, avrete molta più carica rispetto a chi dorme lo stesso numero di ore ma in momenti diversi e questo è valido anche se si modifica il programma di sonno di un’ora o due. Cercate di andare a dormire e alzarvi alla stessa ora ogni giorno perché questo aiuta a impostare l’orologio interno del vostro corpo e ottimizza la qualità del riposo. Considerate che, se avete bisogno di una sveglia, potreste aver bisogno di andare a dormire prima.

Un’osservazione importante. Evitate di dormire di più nei fine settimana come “premio” delle fatiche lavorative. Quanto più i programmi di sonno del fine settimana e del normale giorno della settimana differiscono, tanto peggiore è il jetlag che sperimenterete a vostro danno.

Come prendere sonno

Se siete incapaci di addormentarvi facilmente la sera, probabilmente è dovuto allo stress residuo del lavoro, alla preoccupazione della vita quotidiana e alla rabbia che si accumula per ogni piccola delusione ricevuta. Nessun problema: ci sono dei passi da fare per imparare come smettere di preoccuparsi e guardare la vita da una prospettiva più positiva.

Se lo stress del lavoro, della famiglia o dell’università vi tiene svegli, potreste aver bisogno di aiuto nella gestione dello stress. Imparando a gestire il vostro tempo in modo efficace, gestendo lo stress in modo produttivo e mantenendo un atteggiamento sereno e positivo, potrete dormire meglio la notte. Più il tuo cervello è sovrastimato durante il giorno, più difficile può essere rallentare e rilassarsi durante la notte.

Durante il giorno, molti di noi sovraccaricano il cervello interrompendo costantemente le attività principali per controllare i telefoni, le eMail o i social media. Provate  a mettere da parte orari specifici per queste cose e concentratevi su un’attività alla volta. Così facendo, quando si tratterà di addormentarsi di notte, il vostro cervello non sarà più abituato a continui nuovi input e sarete più capace di rilassarvi.

Metodo per dormire

Nell’ottica di spiegarvi come dormire bene, poi, ci sono dei consigli che ci piacerebbe darvi. Ecco una lista di cose da fare per addormentarsi nel modo corretto:

  • Create assoluta oscurità nella stanza, la luce dà fastidio al cervello;
  • Create silenzio assoluto, evitate di addormentarvi con la musica perché stimola;
  • Mantenete una giusta temperature in camera, il troppo freddo o il troppo caldo non aiutano a rilassarsi;
  • Siate certi che il letto sia comodo;
  • Usate il letto solo per l’intimità di coppia e per dormire, banditi computer e tv.

Posizione prona

Scegliere la giusta posizione per addormentarsi può aiutare ad avere piacevoli ore di sonno. Non ce n’è una migliore di un’altra, dipende solo da voi. Nella posizione prona, dovrete mettere il vostro  corpo sdraiato in posizione orizzontale, a pancia in giù, talvolta con le mani dietro la testa o il collo. La parte anteriore del corpo, in questo caso, è quindi rivolta verso il basso.

Posizione supina

Potreste, invece, avere bisogno di aria e scegliere, quindi, di addormentarsi supini. Cioè? In modo orizzontale, con la schiena appoggiata al terreno o ad altra superficie, e con la sua parte anteriore rivolta verso l’alto. La mano si trova in posizione supina quando il suo palmo è rivolto verso l’alto (con avambraccio flesso e braccio esteso), o in avanti (con braccio ed avambraccio stesi).

Come dormire bene ora vi è chiaro. Non avete scuse. Niente occhiaie o sbadigli durante le lezioni e massima allerta per quel che concerne l’apprendimento. Usate queste dritte per far lavorare la testa nel modo giusto e cioè prendendo informazioni circa il vostro corso di laurea ma non solo. In rete c’è tanto ma, senza dubbio, c’è molto di più tra le righe degli articoli che stanno sul nostro blog accademico di Palermo. Attraverso l’apposito form di richiesta di informazioni, poi, potrete chiederci quello che non avete trovato e che volete conoscere più dettagliatamente.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali