informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come studiare per un esonero: guida alla preparazione

Commenti disabilitati su Come studiare per un esonero: guida alla preparazione Studiare a Palermo

Chi frequenta un corso di laurea, sia esso triennale o magistrale, ha un unico grande obiettivo: terminare il percorso di studi nel più breve tempo possibile per accedere al mondo del lavoro; ecco perché se sei uno studente universitario devi assolutamente sapere come studiare per un esonero.

Per quanto oggi i corsi di laurea online consentano di lavorare e studiare contemporaneamente, la condizione dello studente fuori-corso è ancora piuttosto attuale e ricorrente.
Conseguire il titolo nei tempi prestabiliti rimane quindi una priorità per chi desidera realizzarsi professionalmente e raggiungere rapidamente una buona gratificazione economica.

Cerchiamo quindi di capire in che modo un esonero può, per certi versi, accelerare un percorso di studi.

Cos’è un esonero e come funziona

Partiamo da una breve analisi del concetto di esonero per fornire, a quanti si avvicinano per la prima volta alle dinamiche universitarie, una panoramica generale del tipo di esame.

Si tratta, in pratica, di una sorta di esame parziale che verte soltanto su una parte del programma.
Ciò significa che il programma di un esame viene diviso in più parti.

Superato l’esonero lo studente sosterrà l’esame soltanto per la parte restante degli argomenti previsti dal piano di studi.

Lo strumento offre quindi la possibilità di prepararsi in maniera più approfondita, evitando la superficialità dell’apprendimento che in molti casi viene determinata proprio dall’enorme quantità di materiale da assimilare.

Per quanto riguarda la programmazione non esiste una regola precisa; è il docente a decidere se e quando concedere ai propri studenti l’agevolazione.
A differenza degli esami gli esoneri non sono legati alle sessioni ma vengono sostenuti durante tutto l’anno, nel corso delle lezioni; solitamente vengono fissati a metà corso.

A seconda della decisione del docente, la prova può essere impostata su un esame scritto, su un esame orale, su un project work o anche su una combinazione di più tipologie.

In ogni caso la prova rappresenta per lo studente una grande occasione, da cogliere al volo.

I vantaggi

Per comprendere a fondo le potenzialità di un esonero nell’ottica di un’accelerazione del percorso di studi analizzeremo e sintetizzeremo brevemente i principali vantaggi.

Il primo, come accennato nel precedente paragrafo, è dato dalla collocazione temporale.
Dal momento che nella maggior parte dei casi è previsto a metà corso, lo studente affronta la prova con una preparazione più approfondita; una preparazione che si basa su nozioni acquisite di recente, per cui ancora ‘fresche’ nella memoria.

Un altro vantaggio importante è dato dalla possibilità di suddividere il materiale di studio.
Il programma della materia oggetto di esonero viene suddiviso in due parti per cui la preparazione delle prove risulta molto più agevole.

Grazie alle peculiarità dell’esonero aumentano per lo studente le possibilità di ricevere un buon voto all’esame.

Non tutti sanno che lo strumento determina un importante vantaggio anche per il docente, che concede l’agevolazione anche per il proprio interesse. L’esonero permette infatti di ridurre l’affluenza agli esami; un piccolo dettaglio che consente di gestire con più facilità le prove.

Per capire meglio il concetto è sufficiente pensare per un attimo alle facoltà a numero aperto a Palermo e in tutte le grandi città, dove il numero di studenti da esaminare in una sessione di esami diventa per il professore piuttosto ‘impegnativo’.

Studiare per un esonero: come prepararsi

Comprese le peculiarità e le potenzialità dell’esonero cerchiamo di capire come cogliere l’opportunità e trasformarla in un vantaggio per il proprio percorso di studi; cerchiamo quindi di capire come prepararsi per superarlo brillantemente.

Seguire le lezioni

Il primo presupposto fondamentale per preparare un esonero, e in generale qualsiasi altra tipologia di prova, è seguire le lezioni.

L’attenzione in aula, coadiuvata da qualche appunto, consente di agevolare lo studio a casa e di ottimizzare tempi ed energie.

Lo studente che segue le lezioni riesce a comprendere gli argomenti sui quali si focalizza il docente, e che quindi, quasi sicuramente, diventeranno oggetto di esame.

Schematizzare

Gli appunti presi in aula durante le lezioni rappresentano uno strumento essenziale per velocizzare e rendere più agevole lo studio a casa.

Per rendere gli appunti davvero efficaci ai fini di una maggiore e migliore produttività per ciò che concerne l’apprendimento è necessario organizzarli in maniera ordinata.

A tal proposito, gli schemi sono la modalità di sintesi più performante per avere una panoramica generale dell’argomento; ma anche per fissare nella memoria i punti salienti, per creare gerarchie, per stimolare il ragionamento e i collegamenti basati sulla logica.
Diventano addirittura essenziali in fase di ripasso.

Ripassare

Un altro importante processo che deve rientrare nella ‘routine’ della preparazione di un esonero è il ripasso.

Studiare come matti senza testare il proprio livello di comprensione è spesso una perdita di tempo.

È importante richiamare periodicamente alla memoria concetti e informazioni studiate per evitare che si cancellino, e che richiedano un nuovo processo di apprendimento.

Rimandare il ripasso alla fine non è mai produttivo, né in termini di tempo e né per ciò che concerne la qualità dello studio.

Ora sai come studiare per un esonero per superarlo brillantemente; non devi fare altro che iniziare a prepararti seguendo i nostri suggerimenti.

Credits immagine: DepositPhoto.com/SimpleFoto

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali