informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come sviluppare la leadership: i passi da fare

Commenti disabilitati su Come sviluppare la leadership: i passi da fare Studiare a Palermo

Diventare un leader è fondamentale per chi desidera raggiungere il successo e per chi intende conseguire  obiettivi importanti in ambito professionale, o anche semplicemente a livello sociale; ecco perché ti spiegheremo in questo post come sviluppare la leadership.

Oggi il termine ‘leader’ è utilizzatissimo in ambito lavorativo, per identificare una sorta di ‘capo’ al quale è associato il potere di ‘comandare’.
In realtà il concetto va ben oltre il semplice ‘comando’; il leader è una guida, un modello da seguire e al quale ispirarsi.

Diventare un leader significa quindi sviluppare la leadership, ovvero la peculiarità che contraddistingue la personalità e che oggi rappresenta una delle soft skills più richieste dalle aziende. 

Leadership: significato

La parola ‘leadership’ deriva dal verbo inglese ‘to lead’, che significa appunto guidare, condurre.

Si tratta di un concetto molto ampio, che nell’ambito di ciò che viene inteso come ‘saper guidare/condurre’ include innumerevoli caratteristiche e attitudini personali.

Per iniziare a familiarizzare con l’argomento partiremo dal significato di leadership fornito dal sito della Treccani, che riportiamo di seguito:

“Funzione e attività di guida, sia con riferimento a individui od organi collegiali in quanto dirigano un gruppo o un’impresa sia, in senso politico-sociale, con riferimento a un partito o a uno Stato. Nell’ambito dei processi di socializzazione secondaria, designa il potere d’influenza riconosciuto al membro di un gruppo, capace di condizionare le decisioni degli appartenenti.”

Wikipedia semplifica ulteriormente con la seguente definizione:

“Con leadership, in italiano direzione o comando o guida, si intende il rapporto di colui che in una struttura sociale organizzata occupa la posizione più elevata, nell’interazione col resto del gruppo. Tale figura  viene generalmente definita capo o guida o leader.”

In generale non è semplice racchiudere in una definizione il concetto.

La leadership non è determinata soltanto da un insieme di competenze e conoscenze tecniche. Si tratta di un atteggiamento che scaturisce da abilità e doti personali, innate o che possono essere sviluppate nel tempo.

Il leader è una persona carismatica, che riesce a costruire intorno a sé un ambiente costruttivo e produttivo.
È un esempio da seguire, in grado di trasmettere entusiasmo, fiducia, passione.

La leadership presuppone autostima, coraggio, carisma, responsabilità, autodisciplina e coerenza, caratteristiche che determinano una personalità motivante, che riesce a farsi ascoltare e seguire in maniera del tutto naturale.

Possedere doti di leadership non significa semplicemente essere in grado di dare ordini, ma guidare un gruppo di persone verso il raggiungimento di determinati obiettivi.

Come diventare un leader

Abbiamo parlato di doti personali per cui è sicuramente vero che alcune persone sono nate per essere leader; ciò non significa che non sia possibile, nel tempo, sviluppare o migliorare la leadership.

Di seguito l’università telematica Niccolò Cusano di Palermo ha raccolto una serie di suggerimenti e dritte utili per diventare un vero leader.

Scopriamoli insieme.

Individuare e focalizzare gli obiettivi

Avere una visione del futuro, una grande visione del futuro, è il punto di partenza essenziale per sviluppare la leadership.

Innanzitutto bisogna individuare gli obiettivi che si intendono raggiungere a livello personale e/o professionale per poter attivare la molla motivazionale, indispensabile per impostare programmi, metodi e strategie operative.

Bisogna quindi avere sempre ben chiari e delineati i traguardi che si intendono raggiungere, senza porre limiti alle proprie capacità.

Supportare il gruppo

Spesso il concetto di leadership viene estremizzato ed indentificato nel mero ‘comandare’.

Per quanto a livello gerarchico il ruolo si pone in una posizione ‘superiore’ rispetto ad altri, non significa che il leader deve limitarsi a impartire ordini dall’alto del suo ufficio.

È importante prevedere sessioni di confronto e interazione costanti con il gruppo; essere presenti e disponibili a supportare e aiutare le singole risorse nei momenti di difficoltà.

Imparare ad ascoltare

Chi si considera semplicemente un capo è portato a porre la propria figura e le proprie idee al centro di tutto, rinchiudendosi nell’errata convinzione di possedere la verità assoluta e indiscutibile per tutto ciò che concerne l’oggetto del proprio operato.

In realtà la leadership presuppone esattamente ilcontrario, ovvero un atteggiamento di apertura tendente all’ascolto e all’interzione.

Ascoltare non significa sentire passivamente; ascoltare significa porre attenzione a ciò che dicono gli altri, al fine di individuare eventuali difficoltà, preoccupazioni e idee; in altre parole ascoltare ogni singolo dettaglio che può trasformarsi in un spunto per migliorare.

Comunicare e relazionarsi

Comunicare in maniera efficace è fondamentale per qualsiasi profilo che occupi una posizione di guida all’iterno di un gruppo.

Per comunicare in maniera efficace bisogna innanzitutto conoscere l’interlocutore, le caratteristiche di ogni collaboratore al fine di individuare peculiarità, punti di forza e debolezze.

Soltanto in questo modo il leader riuscirà ad impostare una comunicazione ‘personalizzata’ e produttiva in termini di risultati.

Il presupposto di base per una buona comunicazione è la relazione, ovvero il rapporto di stima e fiducia reciproca che si è instaurato tra il leader ed il suo gruppo.

Ora sai come sviluppare la leadership per cui se vuoi diventare un leader di successo non devi fare altro che impegnarti ogni giorno per acquisire il giusto atteggiamento mentale.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali