informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

6 consigli per riuscire a studiare durante le festività

Commenti disabilitati su 6 consigli per riuscire a studiare durante le festività Studiare a Palermo

Il Natale si avvicina e tra regali, cenoni e distrazioni varie ti stai domandando come riuscire a studiare durante le festività?

Vorresti goderti le vacanze senza accumulare ritardi nella preparazione degli esami?

Se sei uno studente alla ricerca di qualche consiglio per trascorrere il periodo natalizio in maniera spensierata ma senza tralasciare lo studio allora dovresti proprio leggere questo post.

Scoprirai che con un po’ di impegno e la giusta organizzazione è possibile conciliare gli impegni scolastici con il Natale senza stress e senza troppe rinunce.

Come studiare durante le festività

Partendo dal presupposto che ogni studente ha peculiari caratteristiche, propensioni, esigenze e capacità l’università telematica Niccolò Cusano di Palermo ha raccolto in questo post alcune dritte di carattere generale per studiare durante le festività, ovvero una sorta di base dalla quale partire per impostare una metodologia di apprendimento personalizzata ed efficace.

1 – Pianificazione

Pianificare, programmare, organizzare sono le parole d’ordine sulle quali ogni studente dovrebbe impostare il proprio percorso di studi.

All’università la pianificazione diventa un presupposto imprescindibile per poter gestire la preparazione degli esami e le relative scadenze.

Sappiamo bene che durante il periodo natalizio le distrazioni si molitplicano in maniera esponenziale per cui rispettare una tabella di marcia diventa piuttosto complicato; ecco perché nonostante si tratti di un suggerimento ‘banale’ abbiamo comuque deciso di metterlo in evidenza in questo post.

Quasi sicuramente chi frequenta un corso di laurea ha già stilato una pianificazione di medio-lungo termine che però, a nostro avviso, andrebbe rivista per il periodo delle festività.

Il nostro consiglio è di preparare una sorta di mini-programmazione per il mese di dicembre, o comunque per i giorni che precedono e seguono il Natale.

L’ideale sarebbe organizzarsi con un planning, cartaceo o digitale a seconda delle preferenze, sul quale programmare lo studio sulla base dei giorni disponibili e delle scadenze imminenti.

È importante impostare la programmazione in maniera realistica, ovvero che risulti compatibile con il fatto che alcuni giorni saranno di totale ‘vacanza’.

2 – Gestione del tempo

Il presupposto fondamentale per studiare durante le festività è identificabile in un buon time management.

La gestione del tempo nell’ambito dello studio non può mai essere lasciata al caso ma deve essere organizzata in maniera produttiva al fine di evitare inutili sprechi di energia, e chiaramente di tempo.

Per chi non ha la capacità di autogestirsi per ciò che riguarda le tempistiche dell’apprendimento; per chi tende a distrarsi facilmente e in generale per chi è portato a procrastinare continuamente gli impegni esistono numerose tecniche che consentono di ottimizzare i tempi.

Tra le più utilizzate dagli studenti, per la semplicità di applicazione e per efficacia, rientra la ‘tecnica del pomodoro’.

Il metodo non ha niente a che fare con l’arte culinaria, se non per il fatto che il nome deriva dal timer, tradizionalmente a forma di pomodoro, utilizzato in cucina per la cottura dei cibi.

Nell’ambito dell’apprendimento la tecnica del pomodoro è impostata su sessioni di studio intense della durata di 25 minuti, scandite da un timer.

Al termine di ogni sessione è prevista una pausa di 5 minuti.
Ogni 4 sessioni è prevista una pausa più lunga di 15-30 minuti.

3 – Tecniche di apprendimento ‘veloci’

Ogni metodo di studio che si rispetti presuppone l’utilizzo di qualche tecnica di apprendimento veloce.

A seconda delle personali predisposizioni, esigenze o carenze ogni studente si avvale di strumenti atti a migliorare e/o velocizzare la memorizzazione e la comprensione.

Studiare durante le festività può risultare più facile per alcuni e più complicato per altri.
Per qualcuno la maggiore serenità dettata dai giorni di festa si traduce in una migliore concentrazione; per altri l’aria di festa comporta uno stato di pigrizia che rende difficile l’apprendimento.

In entrambi i casi è consigliabile l’utilizzo di qualche metodologia in grado di rendere produttivo lo studio durante le vacanze natalizie.

Ogni studente deve essere in grado di individuare quelle più efficaci per le proprie attitudini e necessità.

La scelta è praticamente infinita: si parte dai classici schemi (ad albero, a cascata, mappe mentali e mappe concettuali), che consentono di sintetizzare gli argomenti e di sviluppare ragionamenti logici, per arrivare alle tecniche di memorizzazione come ad esempio la ‘tecnica dei Loci’ la ‘P.A.V. (Paradosso Azione Vivido)’ e ‘parole di velcro’.

studio e festività

4 – Recupero ritardi

Per gli studenti che a fine anno si ritrovano con qualche ritardo sulla tabella di marcia le festività rappresentano un’ottima opportunità per recuperare.

Può capitare durante l’anno di dover affrontare qualche imprevisto che, a prescindere dalla natura, causa una serie di sconvolgimenti alla preparazione degli esami.

Il periodo delle vacanze natalizie può essere utilizzato per allinearsi con il piano di studi del percorso accademico e per recuperare il tempo perduto.

Senza stravolgere totalmente le tradizioni e le personali abitudini a rispettarle o meno, suggeriamo di approfittare dei giorni di festa per riprendere qualche argomento che per vari motivi è stato studiato in maniera superficiale o addirittura ‘saltato’ completamente.

Lo stesso discorso vale per chi è stato diligente durante l’anno e ha rispettato la tabella di marcia.
Le festività consentono di portarsi avanti con il programma e/o di approfondire qualche argomento particolarmente ostico previsto per gli esami dell’anno nuovo. Il tutto chiaramente in maniera totalmente rilassata, senza lo stress delle scadenze che incombono.

5 – Organizzare la sessione invernale

Inutile girarci troppo intorno o fingere inconsapevolezza: per quanto dicembre sia un mese di festa bisogna mentalizzare il fatto che si tratta anche del mese che precede l’inizio di un nuovo anno.

Per uno studente partire con piede giusto è fondamentale per approcciarsi con un mindset produttivo alla sessione invernale.

In tal senso il suggerimento è quello di rendere produttivo il periodo delle festività, iniziando ad impostare il lavoro da svolgere nei mesi di gennaio e febbraio.

Organizzare la sessione invernale significa semplicemente pianificare l’apprendimento sulla base delle scadenze, ovvero degli esami già prenotati e di quelli da prenotare.

Si procede quindi con una pianificazione quotidiana, basata sul livello di difficoltà e sulla quantità degli argomenti da assimilare per ogni esame in programma per la sessione invernale.

Come già accennato nel primo paragrafo di questo articolo l’organizzazione è la base fondamentale per il successo nello studio.

6 – Tempo libero

Concludiamo il post con una precisazione importante: il concetto di conciliare studio e festività non deve essere estremizzato.
Ottimizzare i tempi e approfittare dei giorni di festa per recuperare, studiare, approfondire, non significa rinunciare a godersi le vacanze.

L’ultimo mese dell’anno rappresenta per gli studenti, universitari e non, l’opportunità per staccare un po’ la spina dagli impegni scolastici e per ricaricare le energie prima di ‘ricominciare’.
Dopo mesi di sacrifici e rinunce è giusto godersi un po’ di meritato riposo.

È importante quindi concedersi dei giorni totalmente liberi, da dedicare alla famiglia, agli amici oppure semplicemente a se stessi.

Giorni come ad esempio Natale, Santo Stefano, Capodanno e la Befana dovrebbero essere di assoluto relax per cui: dormire senza essere svegliati dalla sveglia, guardare qulche film, leggere un libro, trascorrere del tempo con le persone care.

Il corpo e la mente hanno bisogno di ricaricarsi per mantenere alta la motivazione in vista di un nuovo anno.

Ora sai come studiare durante le festività, o meglio come approcciarti alle vacanze di Natale in maniera produttiva; non ti resta che organizzarti per tempo e goderti  le vacanze natalizie

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali