informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Troppi esami in arrivo? Ecco come organizzare lo studio

Commenti disabilitati su Troppi esami in arrivo? Ecco come organizzare lo studio Studiare a Palermo

Troppi esami in arrivo? Ti appresti ad affrontare una sessione particolarmente ‘tosta’ e impegnativa e non sai da dove iniziare?

Calma e sangue freddo; cerchiamo innanzitutto di rimanere lucidi e di affrontare la situazione con maturità, senza farsi prendere dal panico.

Capita a tutti prima o poi di ritrovarsi di fronte alla prospettiva di dover preparare più esami in poco tempo, ma per quanto possa sembrare un incubo si tratta di un momento perfettamente gestibile.
Basta ‘semplicemente’ partire col piedi giusto, e chiaramente con una buona dose di impegno e motivazione. 

Troppi esami: che fare?

Ingegneria, economia o giurisprudenza: ogni facoltà ha il suo ‘girone infernale’, ovvero una sessione di esami in cui le prove si susseguono inesorabili a distanza di pochi giorni l’una dall’altra.

Si tratta di un vera e propria sfida, che gestita nel modo sbagliato può diventare causa di stress e ansie.

Il presupposto fondamentale per non impazzire si traduce in una sola parola: organizzazione.

Se stai frequentando una facoltà dell’università di Palermo Niccolò Cusano sei già un passo avanti, in quanto hai la possibilità di gestire in maniera totalmente personalizzata l’apprendimento, impostandolo sulla base delle tue esigenze e/o preferenze.

Vediamo di seguito quali sono gli step da seguire e gli atteggiamenti giusti per preparare più esami contemporaneamente.

1 – Pianificare

Un’organizzazione perfetta presuppone una dettagliata pianificazione, ovvero una gestione del tempo ottimizzata e ragionata.

Si parte quindi da un calendario e dalla definizione dei giorni disponibili fino alla data di ciascun esame.
In base alle disponibilità, bisogna assegnare alla preparazione di ogni prova il giusto tempo per prepararla e superarla con successo.

Chiaramente la suddivisione deve essere fatta sulla base del livello di complessità degli argomenti; per le materie più ostiche, o con più nozioni da assimilare, sarà necessario prevedere qualche ora di studio in più.

La pianificazione non può rimanere soltanto un’idea ma deve essere messa per iscritto, su un’agenda, un planning da scrivania o se preferisci su un’app.

È importante fissare innanzitutto le date degli esami e definire cosa e quanto studiare giorno per giorno.

Attenzione però, per essere efficace la pianificazione deve basarsi su due presupposti essenziali: deve essere dettagliata e deve essere rispettata.
Il nostro consiglio, in tal senso, è di realizzare una tabella di marcia che tenga conto di qualche piccolo ritardo o imprevisto.

2 – Familiarizzare con gli argomenti

Prima di immergersi totalmente nello studio di una materia è importante farsi un’idea generale della complessità e della quantità di informazioni da assimilare.

La cosiddetta panoramica degli argomenti è fondamentale per poter pianificare in maniera oggettiva, e per capire quanto tempo può essere necessario per raggiungere un buon livello di preparazione.

L’analisi del materiale di studio viene fatta attraverso gli indici dei testi, scorrendo velocemente i titoli di capitoli, sottocapitoli, paragrafi e sottoparagrafi.
Dalla rapida occhiata sono facilmente individuabili sia la quantità di argomenti da assimilare e sia la complessità.

Una volta ottenuta una panoramica generale per ogni esame è più semplice definire una tabella di marcia, ed è meno impattante l’approccio allo studio.

Il passaggio, a seconda delle personali preferenze, può essere effettuato ancor prima della programmazione, in maniera tale che la gestione delle tempistiche risulti ancora più ottimizzata.

3 – Sottolineare, evidenziare, schematizzare

Si entra quindi nella fase di studio vero e proprio che, a seconda delle personali attitudini e/o difficoltà, può essere gestita in vari modi.

In linea generale si parte dalla lettura, immediatamente seguita dalla sottolineatura, o evidenziatura.
La fase è finalizzata ad isolare i concetti chiave e le informazioni più importanti.

La scrematura è fondamentale per la successiva fase di sintesi, per la quale suggeriamo di utilizzare schemi e mappe concettuali.

Sintetizzare in uno schema, ovvero appuntare termini e concetti, chiave consente di velocizzare e rendere più agevole sia la memorizzazione che la comprensione e il ripasso.

4 – Allontanare le distrazioni

L’efficacia e la produttività di un metodo di studio, qualunque esso sia, dipende fortemente dall’impegno dello studente.

L’impostazione di una pianificazione dettagliata, un’organizzazione impeccabile e une metodologia di studio perfettamente allineata alle personali attitudini ed esigenze diventano inutili senza la costanza.

Per rendere davvero produttivo il metodo di studio è necessario rispettarlo. Per rispettarlo è necessario allontanare le distrazioni e tutti quegli elementi che potrebbero causare ritardi.

Ecco quindi che arriviamo alla nota dolente: lo smartphone.
Senza volerlo troppo demonizzare, si tratta dello strumento che più di qualsiasi altro distrae lo studente.

Notifiche, messaggi, telefonate oltre ad interrompere praticamente lo studio determinano la perdita di concentrazione, che non sempre è facile ritrovare.

Il consiglio, che poi dovrebbe diventare un ‘obbligo’, è allontanare il telefono dalla propria vista, in maniera tale da evitare l’automatismo di ‘dare un’occhiata rapida’, apparentemente innocua ma deleteria per la concentrazione.
L’ideale sarebbe eliminarlo dal proprio campo visivo, silenziandolo dagli eventuali suoni che a livello psicologico potrebbero comunque distrarre dal focus dello studio.

Un ultimo suggerimento: quando hai troppi esami in arrivo e ti senti scoraggiato di fronte alla prospettiva di sessioni interminabili di studio cerca di focalizzare la motivazione per la quale hai deciso di intraprendere il tuo percorso di studi, e trasformala nella spinta per superare il ‘girone infernale’.

Credits immagine: DepositPhoto.com/

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali