informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Visitare Palermo a piedi: le tappe da non perdere assolutamente

Commenti disabilitati su Visitare Palermo a piedi: le tappe da non perdere assolutamente Studiare a Palermo

Visitare Palermo a piedi? Non solo si può ma si deve se si ha voglia di assaporare la città nella sua antica essenza. Come il resto della Sicilia, è un luogo mistico in cui si mischiano le tante culture che nei secoli sono passate su una terra che da sempre ha visto invasioni e lotte intestine. Sapere cosa vedere a Palermo vuol dire sapere come muoversi all’interno della nostra storia  e passare da chiese bellissime a mercati rumorosi e pieni di buoni odori fino alla vista di un mare blu intenso ed un cielo tutto da guardare. Se state progettando di essere turisti in Sicilia, questa è una tappa che non potete bucare. E la dovete fare con le scarpe comode di chi ha voglia di mettersi in cammino verso il nostro immenso patrimonio turistico. Ecco informazioni preziose in merito. Buona lettura.

Visitare Palermo a piedi? E come sennò? E’ la terra del sole e del bel tempo e la città è luogo in cui la storia con la “Esse” maiuscola ha passato i suoi piedi fin dalla notte dei tempi. Ecco le tappe imperdibili di Palermo vistata camminando:

La prima cosa da vedere sono i mercati popolari. I più noti sono quello di Ballarò (da cui prende il nome una nota trasmissione) e quello della Vucciria, Fracasso, bancarelle, gente che urla  e tantissime occasioni di godere di quello che ora si chiama “street-food” che in questa regione esiste da sempre.

Poi potete facilmente raggiungere il Palazzo dei Normanni, residenza reale più antica d’Europa e attuale sede dell’Assemblea Regionale siciliana. Il colpo d’occhio è notevole e merita foto e pausa caffè in zona (di chioschetti ce ne sono molti!).

Poco più in là potete ammirare la Cattedrale di Palermo, che è una delle chiese cristiane più antiche al mondo con la sua struttura eretta intorno al 600 d.c. Il Duomo, poi, è un esempio di arte gotica catalana ma attenzione… non è dedicato come ci si aspetterebbe a Santa Rosalia  ma alla Santa Vergine Maria Assunta in cielo.
Abbandonata l’arte religiosa dirigetevi a Piazza Pretoria per ammirare l’omonima fontana, Pensate che fu costruita a Firenze e poi spostata, mattone su mattone, in questa città per volere regale. Imboccate via Maqueda, verso il Teatro Massimo, ed incontrerete piazza Vigliena, una piazza di forma ottagonale anche conosciuta come l’Ottagono del Solecosì definita perché durante tutta la giornata almeno una delle “quinte architettoniche è illuminata dal sole”.

Cenni storici su Palermo

Per godersi a pieno la visita a piedi di Palermo è bene capirne la storia. A causa della sua posizione geografica, l’isola siciliana è stata, nei secoli, oggetto di scorribande di vario genere che hanno causato l’avvicendarsi di diversi domini. In questo andirivieni culturale, intorno all’800 a.C, arrivano anche i Fenici che fondano il capoluogo della Sicilia, lasciandolo poi conteso tra Cartaginesi e Romani che ebbero al meglio (e chiamarono la città “Panormus”).

La storia di Palermo dice, poi, che, dopo la caduta dell’Impero Romano d’Occidente, la città  viene depredata dai Vandali prima di cadere sotto il dominio Bizantino nel VI secolo e infine sotto quello Arabo nell’VIII. Dopo l’anno mille, invece, arrivano i Normanni che, su autorizzazione del Papa, ripristinarono il cattolicesimo al posto del culto musulmano.In tempi più recenti fu sede del Vicerè, nel periodo delle dominazioni spagnole, ed è infine fu assoggettata dai Borboni nel XVIII secolo prima di essere a tutti gli effetti territorio italiano in seguito all’Unità d’Italia.

Street food siciliano

Inutile dire che la definizione “street food siciliano” farà ridere qualsiasi abitante di Palermo. Mangiare passeggiando non è un’invenzione di New York ma della Sicilia dove il cibo è buonissimo ma anche il tempo merita un applauso. Ecco perché sono sempre esistiti chioschi, bar e bancarelle di cibo siciliano a portar via.
Le cose da mangiare a Palermo sono molte e tutte buone. Forse non tutte sono in linea con chi cerca un benessere fisico che vada di pari passo a quello psichico ma un’eccezione alle regola la potete pur fare, no? Ecco una lista di leccornie del posto:
  • granite e cornetti;
  • arancini;
  • cannoli;
  • cassate;
  • brioche con il gelato;
  • panini imbottiti;
  • alici fritte.

E per concludere questa visita, c0’è l’imprendibile aperitivo sulla Spiaggia di Mondello per godere di un tramonto bellissimo. Molti non rinunciano ad immortalare il panorama col cellulare per poi postare un selfie griffato Madre Natura sui propri profili Instagram e Facebook. Sta diventando una tradizione anche questa,

Ora che avete chiari i luoghi da vedere se volete visitare Palermo a piedi ed anche preziosi cenni storici, tornate alla vita di tutti i giorni, cioè a quella da studenti. Ogni informazione che possa aiutarvi merita di essere cercata e noi vi aiutiamo in tal senso pubblicando dati e nozioni tra le righe degli articoli del nostro blog accademico di Palermo ed anche rispondendo in modo celere e chiaro alle domande che ci arrivano ogni giorno sull’apposito form di richiesta di informazioni.

Informativa ai sensi dell'art. 13 del Decreto Legislativo n. 196/2003

"Codice in materia di protezione dei dati personali" 

Tenuto conto dell'obbligo di informativa nei confronti degli interessati in relazione al trattamento dei dati personali degli studenti, l'Unicusano Università  Telematica Roma, con sede in Roma, in Via Don Carlo Gnocchi 3, in qualità  di titolare del trattamento dei dati Le fornisce le seguenti informazioni:

  1. I dati personali (nome, cognome, indirizzo email, numero di telefono), raccolti attraverso la compilazione del form o al momento dell'immatricolazione, i dati connessi alla carriera universitaria e comunque prodotti dall'Università Telematica nell'ambito dello svolgimento delle sue funzioni istituzionali, saranno raccolti e trattati, nel rispetto delle norme di legge, di regolamento e di principi di correttezza e tutela della Sua riservatezza, per finalità connesse allo svolgimento delle attività istituzionali dell'Università , in particolare per tutti gli adempimenti connessi alla piena attuazione del rapporto didattico ed amministrativo con l'Università ;
  2. Il trattamento sarà  effettuato anche con l'ausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzati e può consistere in qualunque operazione o complesso di operazioni tra quelle indicate all'art. 1, comma 2, lettera b) della legge (per trattamento si intende "qualunque operazione o complesso di operazioni svolte con o senza l'ausilio di mezzi elettronici, o comunque automatizzati, concernenti la raccolta, la registrazione, l'organizzazione, la conservazione, l'elaborazione, la modificazione, la selezione, l'estrazione, il raffronto, l'utilizzo, l'interconnessione, il blocco, la comunicazione, la diffusione, la cancellazione e la distribuzione dei dati");
  3. I dati personali saranno inoltre comunicati e diffusi dall'Università  attraverso i propri uffici - sia durante la carriera universitaria dell'interessato che dopo la laurea - a soggetti, enti ed associazioni esterni, per iniziative di orientamento lavoro (stage) e per attività  di formazione post-laurea;
  4. I dati personali potranno essere comunicati ad altri soggetti pubblici quando la comunicazione risulti comunque necessaria per lo svolgimento delle funzioni istituzionali dell'Università  richieste dall'interessato, quali, ad esempio, organi pubblici preposti alla gestione di contributi per ricerca e borse di studio;
  5. Informazioni relative ai laureati, ovvero nominativo, data di nascita, indirizzo, numero di telefono, titolo della tesi e voto di laurea, saranno immesse sulla rete per consentire la diffusione dei dati nell'ambito di iniziative di orientamento di lavoro e attività  di formazione post-laurea.
  6. Per disattivare le future comunicazioni dirette con UNICUSANO o richiedere la cancellazione dei dati personali raccolti può rivolgersi al responsabile del trattamento dei dati personali presso UNICUSANO, via Don Carlo Gnocchi 3, 00166 Roma o inviare una mail con la richiesta di cancellazione all'indirizzo informazioni@unicusano.it. Nei confronti dell'UNICUSANO Università Telematica Roma, Lei potrà  esercitare i diritti previsti dall' art. 7 del Decreto Legislativo n.196/2003, rivolgendosi al responsabile del trattamento dei dati personali presso UNICUSANO, via Don Carlo Gnocchi 3, 00166 Roma.