informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Quali sono le differenze tra Stato e Nazione

Commenti disabilitati su Quali sono le differenze tra Stato e Nazione Studiare a Palermo

Nella lingua italiana esistono termini che pur avendo significati differenti vengono utilizzati indistintamente per indicare uno stesso concetto; tra i tanti casi prendiamo in esame le differenze tra Stato e Nazione, utilizzati comunemente come sinonimi l’uno dell’altro.

Anche se apparentemente risultano simili nel concetto che esprimono, assumono una valenza differente se analizzati in maniera più precisa.

Definizione di Stato e Nazione

Per iniziare a familiarizzare con i due concetti, ed avere una prima panoramica generale delle differenze riportiamo di seguito le definizioni di ‘Nazione’ e ‘Stato’ riportate sul sito di Wikipedia:

“Una nazione (dal latino natio, in italiano <<nascita>>) si riferisce ad una comunità di individui che condividono alcune caratteristiche comuni come la lingua, il luogo geografico, la storia, le tradizioni, la cultura, la religione, l’etnia ed eventualmente un governo.”

 

“Uno Stato in diritto, è una istituzione di carattere politico, sociale e culturale: specificatamente svolge una funzione sovrana ed è costituita da un territorio e da una popolazione che lo occupa, da un ordinamento giuridico formato da istituzioni e norme giuridiche.”

La Nazione

Il termine ‘Nazione’ deriva dal latino ‘natus’ il cui significato è ‘nato’.
L’originaria accezione della parola si riferiva quindi ad un insieme di persone nate all’interno dei medesimi confini territoriali.

Col passare del tempo il significato è andato modificandosi per cui anche chi non è nato all’interno dei confini territoriali di una nazione può farne parte, per il solo fatto di abitarla in maniera stabile.

In altre parole il concetto di ‘Nazione’ indica un’unità etnico-culturale, ovvero l’insieme di persone che vivono nell’ambito dello stesso confine territoriale e che hanno in comune la lingua, la cultura, la religione, le tradizioni e i costumi.

Il significato assume connotazioni socio-culturali per le quali vengono superate le divisioni etniche a favore di un’unità che tiene conto di un patrimonio culturale comune.

Nazione e Paese

Si rende a questo punto necessario un approfondimento del termine ‘Paese’, comunemente utilizzato come sinonimo di Nazione.

Dal punto di vista del significato generale del termine il Paese viene definito dal vocabolario Treccani come:

“Regione, largo tratto di territorio, per lo più coltivato e abitato, individuato in base a particolari caratteri fisici, meteorologici, economici, antropici …”

Per quanto riguarda invece il significato geografico-politico riportiamo di seguito la definizione data da Wikipedia:

“Un paese è considerato in geografia politica e in politica internazionale come una divisione politica all’interno di una certa entità geografica.”

Lo Stato

La parola Stato identifica due differenti concetti: il primo si riferisce all’apparato e il secondo alla comunità.

Lo stato-apparato si riferisce all’organizzazione che esercita il potere sovrano.
Lo stato-comunità si riferisce invece alla società, ovvero ad un popolo che vive stabilmente su un territorio delimitato da confini.

Dal punto di vista giuridico il termine ‘Stato’ identifica un’entità istituzionale, ovvero una determinata organizzazione politica che esercita la propria sovranità sul popolo, ovvero sui soggetti che si trovano sul territorio di una Nazione.

Nell’ordinamento italiano lo Stato è una persona giuridica pubblica che gode di una propria autonomia legale.
Dal momento che comanda le forze armate e si occupa di far rispettare le leggi è un’entità politica, economica e istituzionale.

Si tratta quidi di un’istituzione costitutita da tre elementi:

  • Territorio
  • Popolo
  • Sovranità

Il territorio identifica l’ambito geografico entro il quale vige l’ordinamento giuridico dello Stato.

Il popolo è costituito dall’insieme dei soggetti che hanno la cittadinanza all’interno dello Stato e che pertanto sono sottoposti alla sovranità statale.

La sovranità è intesa come l’insieme dei poteri del governo (legislativo, esecutivo e giudiziario).

La specializzazione in politologia

Per chi è appassionato di politica, di concetti politici e più in generale di scienze sociali esiste una facoltà universitaria che consente di trasformare l’interesse in un lavoro.

Stiamo parlando dei corsi di laurea in Scienze politiche a Palermo, il percorso di studi che consente di acquisire competenze multidisciplinari in campo politologico, sociologico, economico, giuridico e linguistico.

L’università telematica Niccolò Cusano ha strutturato, a tal proposito, un indirizzo politologico che prevede una triennale e una magistrale, con l’obiettivo di assecondare qualsiasi esigenza relativamente al livello di specializzazione.

I concetti e le differenze tra Stato e Nazione, Paese e popolo sono la base per poter affrontare il percorso di studi Unicusano, il cui obiettivo è erogare competenze attuali spendibili a livello nazionale e internazionale, sia nel settore pubblico che in quello privato.

La specializzazione apre ad interessanti opportunità lavorative.
Un laureato triennale può ad esempio ricoprire il ruolo di esperto di sistemi politici e sociali, esperto nella gestione delle relazioni internazionali oppure quello di funzionario nella Pubblica Amministrazione.

Per un laureato in possesso di titolo magistrale gli orizzonti si allargano; la specializzazione consente di ricoprire ruoli quali funzionario nell’ambito della PA, dirigente di enti pubblici e privati, consulente nelle multinazionali, in gruppi bancari/assicurativi e nelle organizzazioni di servizi.

Per ulteriori info e dettagli sul corso di laurea in Scienze politiche della Niccolò Cusano contatta il nostro staff attraverso il modulo online che trovi cliccando qui!

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali