informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Film sui geni musicali: ecco quelli da non perdere assolutamente

Commenti disabilitati su Film sui geni musicali: ecco quelli da non perdere assolutamente Studiare a Palermo

Film sui geni musicali? Tra le tante opportunità di imparare a gestire il tempo libero da studente quella di vedersi un film è tra le più sane e semplici. Non stacchi la spina troppo, perché rimani a casa, ma, allo stesso tempo, se la scelta del film è giusta, puoi dare alla tua testa il giusto (e meritato) ristoro.

I giovani, poi, amano le sette notte e, se sei tra gli amanti della musica anche tu, di certo sarai affascinati da qualche mostro sacro della storia. Da Mozart fino a Jim Morrison, da Ray Charles fino a Kurt Cobain, le biografie di grandi musicisti sono sempre state un sotto genere cinematografico molto ricco.

Ci sono lungometraggi medi, brutti ma anche belli. Se hai voglia di trastullarti un paio d’ore, tra una sessione di studi e l’altra, ecco una guida che ti spiegherà come e cosa scegliere per dare piacere agli occhi ma anche alle orecchie e, di conseguenza, al cuore.

Buona lettura e buon ascolto.

Film sui geni musicali? Affascinanti perché sposano il racconto di persone fuori dalle righe (come talento ma anche come comportamento) a grandi canzoni. Non è un caso che sia un sotto genere di film molto seguito ed amato dai giovani, che con la musica ci vivono in simbiosi.

Prima di addentarci nel tema, però, lasciaci ricordarti che parliamo di questo argomento qua solo perché crediamo fortemente nella gestione totale del proprio tempo. Cioè?

Crediamo che uno studente sia tale sempre, quando sta sui libri ma anche quando decide se e come riposarsi. Un riposo giusto, infatti, ricarica davvero le batterie dà l’opportunità di far funzionare per bene la fase dell’apprendimento.

Tutto quello che ti serve di sapere sul tuo corso di laurea, quindi, lo devi e puoi cercare sul nostro sito. Non solo. In forma più discorsiva, tra le righe degli articoli sul nostro blog accademico di Palermo o anche facendoci domande precise su quel che vorresti sapere attraverso l’apposito form di richiesta di informazioni.

Chiarita la questione, andiamo a conoscere chi ha, volente o nolente, scritto al storia della musica mondiale.

Ray

La trama ruota attorno alla vita del cantante Ray Charles, scomparso qualche mese prima dell’uscita del film nelle sale americane.

Il ruolo dell’artista non vedente se l’è accaparrato Jamie Foxx, fornendo al grande pubblico un’interpretazione magistrale del grande musicista che vinse un Golden Globe, un BAFTA e un Oscar come miglior attore protagonista, oltre a molti altri premi.

The Doors

C’è lo zampino di Oliver Stone e la faccia di Val Kilmer in questo che è tra i film musicali più amati dagli universitari. La vita tra droga ed eccessi del genio della band nata a Venice Beach con la poesia dei suoi testi e il racconto di una vita bruciata troppo in fretta.

Il tutto è anche uno splendido spunto per raccontare gli anni settanta al cinema tra voglia di amore e guerra del Vietnam sulle teste di una generazione rimasta intrappolata dai suoi sogni.

Shine

Si tratta di un film sulla vita del pianista David Helfgott che negli anni sessanta rivoluzionò il modo di suonare (ed ascoltare) questo strumenti classico. Il risultato della pellicola, che è del 1996, è eclatante.

Diretto da Scott Hicks, il lungometraggio sfoggia un Geoffrey Rush in stato di grazia che, nei panni di Helfgott, sbalordisce pubblico e critica aggiudicandosi numerosi premi tra cui un premio Oscar ed un Golden Globe.

Velvet Goldmine

E’ il più noto tra i film sul glamour, movimento che mischiò i generi maschili e femminili senza precedenti e che sconvolse i benpensanti (un po’ bacchettoni) degli anni sessanta. Senza mai dirlo apertamente, il regista Todd Haynes. mette nel mirino due idoli precisi.

Si tratta, infatti, di una biografia romanzata di David Bowie e Mick Jagger, compreso il loro amore omosessuale che sconvolse il mondo occidentale che, invece, fu un semplice grido di libertà.

Last Days

Il mito di Kurt Cobain è ancora vivo e devasta i cuori di milioni di adolescenti. Bello e maledetto in un’esistenza che lo ha portato ad autodistruggersi fino al folle gesto finale (con fallito tentativo di suicidio a Roma qualche settimana prima) e che incornicia alla perfezione la poetica della sua band.

Il lavoro del regista Gus Van Sant non è proprio una biografia dei Nirvana, quanto, come ben dice il titolo, una ricostruzione degli ultimi giorni del grande cantante tra dissapori, disillusioni e voglia di farla finita.

Film su Mozart

Tra i film sui geni musicali c’è una nicchia di grande interesse. Si tratta dei lingometraggi sulla prima rock star che abbia mai visto il mondo: Mozart!

Annoverato tra i più grandi geni della storia della musica, era già noto all’età di 5 anni e morì a 35 anni appena. Spaziò ovunque, tra musica sinfonica, sacra, da camera ed opere di vario genere. Fu un ribelle tanto che fu il primo, fra i musicisti più importanti, a svincolarsi dalla servitù feudale e a intraprendere una carriera come libero professionista.

Il tributo del cinema a Mozart è (al momento) il seguente:

  • “Melodie eterne” (1940), di Carmine Gallone;
  • “Mozart in viaggio verso Praga” (1974), di Stefano Roncoroni;
  • “Mozart” (1982) di Marcel Bluwal;
  • “Noi tre” (1984) di Pupi Avati;
  • “Amadeus” (Stati Uniti, 1984) di Miloš Forman.

Gli oscar ad Amadeus

Il film di Miloš Forman fu un caso eclatante negli Usa. Si aggiudicò complessivamente otto Oscar fra cui quello per il miglior film.

La gente impazzì per questo personaggio istrionico e eccentrico che, in qualche modo, fu un antesignano delle pop star degli anni settanta ed ottante del 1900 e che ancora ora ha un segno nella musica contemporanea.

Il cast di Amadeus era formato da:

  • F. Murray Abraham nel ruolo di Antonio Salieri;
  • Tom Hulce  nei panni di W. A. Mozart;
  • Elizabeth Berridge nel ruolo di Costanza Weber Mozart;
  • Roy Dotrice come padre di Mozart;
  • Jeffrey Jones che era l’Imperatore Giuseppe II;
  • Christine Ebersone che era Katerina Cavalieri;
  • Simon Callow nel ruolo di Immanuel Schikaneder.

Film sui geni

Bisogna ammettere che i film sui geni musicali hanno un loro fascino, un fascino che resta intatto anche se il “genio” è ampliato in altri settori.

Ecco una lista di film su biografie di grandi uomini del nostro tempo che ti consigliamo di vedere:

  • La teoria del tutto (2014);
  • The Imitation Game (2014);
  • A Beautiful Mind (2001);
  • L’uomo che vide l’infinito (2015);
  • Steve Jobs (2015);
  • The Social Network (2010);
  • Morte di un matematico napoletano (1992);
  • Will Hunting – Genio ribelle (1997);
  • Pi greco – Il teorema del delirio (1998);
  • Proof – La prova (2005);
  • Scuola di geni (1985);
  • Il mio piccolo genio (1991);
  • Cube – Il cubo (1997);
  • Il mio amico Einstein (2008);
  • Basta che funzioni (2009);
  • Flash of Genius (2008);
  • Genio per amore;
  • 21 (2008);
  • I colori dell’anima (2004);
  • Erasmo il lentigginoso (1965);
  • Ed Wood (1994).

 

*** Forse ti interessa anche goderti un altro prodotto del cinema molto amato dagli studenti. Quale? I documentari scientifici, di cui ti forniamo una guida divertente da consultare ***

 

Ora goditi tutti i film sui geni musicali che vuoi ma poi non dimenticare la tua ragione di vita. Al momento non devi formare una band né vincere un Grammy Awards ma solo conseguire una laurea ed impostare la tua scelta verso il giusto master di specializzazione.

Usa i consigli che ti abbiamo dato in apertura e tutto andrà per il meglio. Il tuo “concerto” sarà un successo.

 

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali