informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Cos’è la medicina non convenzionale e a cosa serve

Commenti disabilitati su Cos’è la medicina non convenzionale e a cosa serve Studiare a Palermo

Medicina non convenzionale? Se hai voglia di curare il benessere del corpo in modo alternativo, ecco una buona mini-guida per entrare subito nel vivo di questo discorso. In poche righe, infatti, avrai accesso ai concetti base e alle istruzioni per decidere se eventualmente andare ancora più a fondo sul tema.

Oltre ai vantaggi della medicina tradizionale, nel tempo, si sono sviluppate nuove vie di cura che è intelligente conoscere perché lo sviluppo del mercato del lavoro impone di mettersi in una nicchia dove si è più appetibili e non nella strada della tuttologia c’è la disoccupazione ancora regna.

Se questo tema ti affascina, ecco cosa c’è da sapere su via alternative di praticare la medicina. Buona lettura.

Medicina non convenzionale? Partiamo dalla definizione ufficiale che ne danno gli esperti secondo cui si tratta di un insieme di:

“discipline riconosciute nel 2002, in virtù del loro rilievo sociale, dal Consiglio Nazionale della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici e Odontoiatri (FNOMCeO) – sulla scorta di risoluzioni del Parlamento Europeo (1997) e del Consiglio d’Europa (1999) – e che corrispondono alle definizioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) di “Complementary Medicine”

Chiarito il punto di vista degli scienziati sul tema della medicina non convenzionale, entriamo nel vivo del discorso per dare un senso più nitido al tema.

Tipologie di medicina non convenzionale

Che si creda nella loro validità o meno, è chiaro che si tratti di un’area del sapere molto espansa. Al momento ci sono 7 discipline ed altrettanti rimedi specifici per ognuna di esse.

Quali sono

La prima domanda che ci si pone su questo argomento è quali siano esattamente queste discipline. Se le principali branchie della medicina tradizionale sono note, dalla cardiologia alla chirurgia di pronto soccorso, meno nota è questa informazione.

Ecco la lista delle aree attualmente riconosciute:

  • Agopuntura;
  • Medicina Tradizionale Cinese;
  • Ayurvedica;
  • Omeopatica;
  • Antroposofica;
  • Omotossicologia;
  • Fitoterapia.

Rimedi non convenzionali

Se si conoscono le 7 discipline della medicina non convenzionale, è bene anche conoscere quali siano in precisi rimedi che esse propongono. Vediamoli nello specifico.

L’Agopuntura

Si tratta di un metodo terapeutico praticato soprattutto in Cina che si concentra nell’individuare punti del corpo da penetrare con di aghi finissimi. In molti individuano in questa disciplina la “madre” della riflessoterapia.

La Medicina Tradizionale Cinese

Le origini di questa medicina non convenzionale vanno cercate nelle basi filosofiche del naturalismo cinese. Sfrutta un preciso sistema diagnostico e regole dietetiche, fitoterapia cinese e tecniche fisiche (come l’agopuntura, il massaggio e la moxibustione).

La Medicina Ayurvedica

Partendo dalle complesse materie filosofiche indiane si ottiene questa medicina non convenzionale che usa principi dietetici, farmaci fitoterapici di origine indiana e tecniche di medicina fisica come, ad esempio, il massaggio.

L’Omeopatia

Ideata alla fine del XVIII secolo dalla mente del dottor Samuel Hahnemann, questa medicina non convenzionale sfrutta sostanze molto diluite e sottoposte ad un particolare processo di mescolamento selezionate in base al principio di similitudine. n

La Medicina Antroposofica

Come medicina non convenzionale è piuttosto recente, risale al 1920, e l’ha ideata il dott. Rudolf Steiner. Si fonda su una filosofia di ricerca integrata delle leggi che stanno alla base delle manifestazioni della vita, dell’anima e dello spirito nell’uomo e nella natura. Tra i suoi strumenti ci sono soprattutto farmaci omeopatici ulteriormente elaborati.

L’Omotossicologia

Questo doppio metodo di diagnosi e cura è stato fondato dal dottor Reckeweg nel XX secolo e si declina dall’omeopatia. Ha rimedi più estremi ma di base parte dalle stesse premesse culturali.

La Fitoterapia

In questo caso ci si basa su preparazioni vegetali che sono miscele complesse di principi attivi (fitocomplessi) e non singoli composti come accade invece nella maggior parte dei farmaci convenzionali. Ecco perché esercitano un’azione farmacologica diversa da quella dei singoli principi che li costituiscono.

Medicina allopatica

Si tratta delle medicina tradizionale, quella del giuramento di Ippocrate. La iniziò a chiamare così il fondatore dell’Omeopatia Samuel Hahnemann non proprio come segno di affetto. L’origine dell’aggettivo “allopatica” si capisce se si divide la parola nei due termini greci “allos” e “pathos”. Il primo significa “diverso” e mentre l’altro sta ad indicare “sofferenza”.

L’idea era di definire una medicina allopatica perché si basava sullo scontro di due principi avversi. Lo snodo è nella mente. La medicina tradizionale non la considera se non in maniera secondaria mentre per la medicina non convenzionale è il centro dello squilibrio e la malattia è solo una conseguenza di tutto questo. Usare questa definizione vuol dire usare un tono volutamente dispregiativo.

Il master

Se vuoi diventare professionista della medicina non convenzionale, valuta il master di secondo livello in “Fitoterapia applicata“.

Le materie da studiare nella medicina non convenzionale sono particolari. Conoscerne alcune ti aiuterà capire se è il tuo percorso formativo. Eccole:

  • fitoterapia: nozioni di base;
  • tipologie, tecniche, concentrazioni e qualità di preparazioni e preparati;
  • modalità di assunzione;
  • medicina popolare ed etnomedicina;
  • depurazione e drenaggio e organi emuntoriali;
  • fitoterapia preventiva.

Il programma completo del master in fitoterapia e tutte le altre informazioni le potrai trovare sul sito dell’Unicusano.

** Adesso la medicina non convenzionale non è più un mistero per te, continua ad erudirti di più leggendo anche questo articolo sulla storia della medicina **

Molte altre informazioni ufficiali le potrai dedurre dal sito ufficiale dell’università Niccolò Cusano ma anche dagli articoli del nostro blog accademico di Palermo che coprono novità e informazioni uniche.

Attraverso l’apposito form di richiesta di informazioni, infine, puoi avere quello che ti manca per completare il pacchetti di dati che ti servono per la tua formazione.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali