informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Le 8 curiosità su Palermo che dovresti conoscere

Il capoluogo siciliano è ricco di attrazioni turistiche conosciute in ogni parte del mondo, ma è anche un territorio che cela aneddoti, leggende e tradizioni popolari; ecco perché abbiamo deciso di realizzare un post dedicato alle curiosità su Palermo che ogni turista dovrebbe conoscere.

Per visitare e conoscere a fondo una città non basta seguire i tradizionali percorsi turistici. Per scoprire il vero volto del capoluogo siciliano e la reale essenza della sua anima bisogna immergersi nella sua affascinante cultura e nelle sue innumerevoli tradizioni.

Si tratta di una città complessa ma affascinante come poche altre, che deve il suo appeal al ricco patrimonio artistico, alle numerose bellezze naturali, alle eccellenze gastronomiche e al calore del suo popolo.

Continue Reading

Commenti disabilitati su Le 8 curiosità su Palermo che dovresti conoscere Studiare a Palermo

Leggi tutto

I 6 vip insospettabili laureati in Giurisprudenza

Diventare avvocato o intraprendere una delle professioni forensi è stato il sogno di tantissimi personaggi famosi, che per caso o per scelta hanno poi scelto la televisione; tantissimi sono i vip laureati in Giurisprudenza che hanno portato a termine gli studi giuridici ma che non hanno portato avanti la carriera legale.

Alcuni degli attori, cantanti e presentatori che siamo abituati a vedere sul piccolo schermo vantano un passato da studenti universitari modello; molti hanno addirittura conseguito la laurea con il massimo dei voti.

Scopriamo insieme i nomi dei vip che hanno una laurea in diritto.

Continue Reading

Commenti disabilitati su I 6 vip insospettabili laureati in Giurisprudenza Studiare a Palermo

Leggi tutto

Qual è il formato migliore della lettera di presentazione? Esempi e modelli

Il formato della lettera di presentazione è uno degli elementi da scegliere con attenzione per rendere attraente il documento attraverso il quale i selezionatori iniziano a conoscere e a valutare un candidato.

I motivi per i quali può nascere l’esigenza di redigere un documento atto a presentarsi dal punto di vista didattico e professionale sono vari: autocandidarsi per un lavoro, rispondere ad un’inserzione, accompagnare e integrare il curriculum, motivare una richiesta di iscrizione ad un master.

Si tratta quindi di una vera è propria presentazione, una sorta di introduzione testuale a quelle che sono le informazioni schematiche e sintetiche contenute nel curriculum.

Per capire meglio l’importanza del documento bisogna pensare per un attimo alla struttura del curriculum vitae, una sorta di lista nella quale figurano date, titoli conseguiti ed esperienze lavorative.

Nel corso dei prossimi paragrafi l’università telematica Niccolò Cusano di Palermo ha raccolto una serie di dritte e suggerimenti per realizzare una cover letter vincente, attraente ed efficace.

Cover letter: cos’è e a cosa serve

La lettera di presentazione è il documento che accompagna, o meglio che introduce, il curriculum vitae, integrandone le informazioni.

Si tratta di uno strumento fondamentale per trovare lavoro, che consente in poche righe di mettere in evidenza peculiarità personali, attitudini e ambizioni professionali.

L’obiettivo principale della lettera è di tipo motivazionale, ovvero far caprie al recruiter il valore aggiunto e i vantaggi che la professionalità del candidato potrebbero portare all’azienda.

Come scrivere una lettera di presentazione e quale formato scegliere

Partiamo subito con un’importante precisazione: a seconda dell’obiettivo e del settore cui si rivolge, ogni lettera di presentazione ha peculiarità proprie per ciò che concerne il contenuto.
Ad esempio, una cover letter da allegare al curriculm per una candidatura ad un posto di lavoro sarà diversa da una lettera destinata all’università.

Il contenuto deve essere sempre adeguato alla motivazione e alla situazione alla quale fa riferimento.

Iniziamo a familiarizzare con l’aspetto strutturale ovvero con le sezioni che compongono il documento:

  • Intestazione
  • Introduzione
  • Presentazione (corpo centrale)
  • Conclusione

L’intestazione è la parte che contiene i dati personali e quelli del destinatario.

L’introduzione fa riferimento alla fonte dell’annuncio e specifica nel dettaglio la posizione per la quale ci si candida.
Si tratta di una sezione importantissima in quanto introduce le skills del candidato attraverso le quali il recruiter valuta l’eventuale allineamento alle esigenze dell’azienda.
Dall’introduzione dipende anche la decisione del responsabile della selezione di continuare a leggere la lettera o scartarla senza neanche aprire il cv.

Il corpo centrale elenca le motivazione e le ambizioni che hanno spinto a presentare la candidatura.
In particolare, è la sezione che mette in evidenza l’interesse del candidato verso la posizione cui si riferisce, oltre che l’allineamento delle proprie competenze a quelle che sono le caratteristiche e le esigenze dell’azienda.

La conclusione, dopo aver riepilogato e rimarcato brevemente capacità professionali e interpersonali, ringrazia il destinatario per l’attenzione e lo saluta cordialmente.
Solitamente nella sezione conclusiva va inserita anche la classica frase ‘resto a disposizioe per un eventuale colloquio’.

Trattandosi del primo documento che solitamente legge un selezionatore, e quindi del primo approccio, seppur virtuale, che ha con il candidato, è importante che la lettera abbia un aspetto accattivante.
In altre parole anche l’occhio vuole la sua parte, e nel caso specifico l’estetica può addirittura determinare la decisione del recruiter di continuare a leggere o di cestinare direttamente la lettera.

Il formato della cover letter diventa quindi un aspetto da non trascurare, da curare con attenzione.

Ad esempio, se il documento è indirizzato ad un settore professionale che implica un discreto livello di creatività è possibile optare per un’impostazione dal look contemporaneo e originale, o comunque diverso dai formati ‘classici’.

Se invece la candidatura riguarda un settore professionale che per sua natura deve essere mostrare professionalità e serietà sarà preferibile scegliere un formato più sobrio.

In linea generale, in caso di indecisione, è consigliabile scegliere un modello che si adatti a qualunque tipologia di contesto: un modello standard.

Navigando sul web è possibile trovare numerosi esempi di lettere di presentazione preimpostate, modelli fac-simile da compilare e personalizzare a seconda delle proprie esigenze e dei propri obiettivi.

cover letter

Consigli per la redazione

Il recruiter è la persona che quotidianamente viene sommersa da curriculum di candidatura e auocandidatura; è colui che ogni giorno legge decine e decine di lettere e cv, la maggior parte dei quali mettono in risalto credenziali ed esperienze simili tra loro.

Per il candidato distiguersi dalla massa è uno dei presupposti fondamentali per farsi notare e per ottenere un colloquio di approfondimento.

Cerchiamo quindi di capire come impostare il documento per aumentare le possibilità di colpire positivamente il selezionatore.

Iniziamo subito col precisare che la cover letter non deve risultare una ripetizione del curriculum; non deve riportare gli stessi contenuti del cv ma deve esserne un approfondimento.

È importante inserire all’interno del testo le parole e le frasi chiave contenute nell’annuncio, per mostrare fin da subito una sorta di ‘coerenza’.

Nel caso si tratti di una candidatura spontanea, o se comunque non si conoscono nel dettaglio le caratteristiche e la mission aziendale, è consigliabile informarsi prima di procedere con la redazione del testo.
Informarsi attraverso il sito aziendale, i social network e il web degli obiettivi, dei prodotti, dei servizi offerti, del modo di operare e della tipologia di attività svolta dall’azienda è il modo migliore per scrivere una lettera vincente.

Dal punto di vista della lunghezza non esiste una regola precisa; in linea generale un buon testo deve essere sintetico, essenziale e conciso.

Per ciò che concerne il contenuto bisogna essere onesti e trasperenti, mettendo in evidenza i propri punti di forza senza esagerare.

Il linguaggio utilizzato deve essere semplice ma soprattutto chiaro.

Terminata la fase di scrittura bisogna prestare particolare attenzione alla correzione degli eventuali errori ortografici, grammaticali o di sintassi.

La Formattazione

Come accennato nei precedenti paragrafi, anche nella lettura della lettera di presentazione ‘l’occhio vuole la sua parte’.

La formattazione è uno step fondamentale che consente di ordinare e rendere esteticamente gradevole e attraente il testo.

Iniziamo dall’impostazione dei margini, che per rendere un’effetto visivo ottimale dovrebbero essere compresi tra 1” e 1,5”.

Per quanto riguarda la grandezza del carattere la scelta dovrebbe ricadere su una dimensione media, non troppo grande né troppo piccola; per garantire una buona leggibilità l’ideale sarebbe mantenersi tra i 10 e i 12 pt.

L’allineamento dei paragrafi deve essere impostato sulla sinistra mentre per ciò che riguarda le informazione relative alle competenze professionali è consigliabile utilizzare gli elenchi puntati.

Gli errori da evitare

Concludiamo la guida dedicata al formato della lettera di presentazione ‘perfetta’ con gli errori da evitare.

Per facilità di lettura e comprensione abbiamo sintetizzato nel seguente elenco quello che non andrebbe mai fatto durante la preparazione di una cover letter:

  • Non dilungarsi troppo
  • Non esagerare con la descrizione delle proprie qualità personali e professionali
  • Non ripetere i contenuti presenti nel cv
  • Non mentire sulle esperienze lavorative pregresse. Se non esistono si può sempre puntare su attitudini ed eventuali attività di stage e tirocinio.
  • Non essere troppo formali nel linguaggio
  • Non commettere errori grammaticali, ortografici, di sintassi

Ora che hai a disposizione tutte le dritte per scegliere il miglior formato della lettera di presentazione non ti resta che iniziare ad impostare il documento che accompagnerà il tuo curriculum.

 

 

Commenti disabilitati su Qual è il formato migliore della lettera di presentazione? Esempi e modelli Studiare a Palermo

Leggi tutto

Le 7 cose che solo uno studente di ignegneria può sapere

Tutti sanno che l’indirizzo ingegneristico è tra i più gettonati, per il fascino esercitato dalla figura dell’ingegnere sui giovani e per le buone prospettive lavorative e di carriera legate alla specializzazione.
Esistono però alcune cose che solo uno studente di ingegneria può sapere; cose che solo chi frequenta un corso di laurea in ingegneria conosce, perché le ha vissute e sperimentate concretamente.

Partiamo da una premessa che riguarda la facoltà: si tratta di un percorso di studi piuttosto impegnativo, che nell’immaginario collettivo trasforma lo studente in un essere che si pone a metà tra un genio e un robot.

Tutti sanno che per avere successo come ingegnere bisogna sviluppare la capacità di ragionare secondo logica; e in effetti si tratta proprio di una caratteristica tipica dell’ingegnere.

Tutti sanno che la facoltà è basata su calcoli matematici complessi, grafici, disegni e formule apparentemente incomprensibili.

Molte sono invece le cose che non si sanno sulla facoltà …

Continue Reading

Commenti disabilitati su Le 7 cose che solo uno studente di ignegneria può sapere Studiare a Palermo

Leggi tutto

Le 5 migliori app per scannerizzare documenti

Nell’era del digitale effettuare scansioni di foto e documenti è diventata un’esigenza comune, che da quello professionale a quello scolastico interessa differenti ambiti di vita quotidiana; ecco perché è indispensabile avere sul proprio smartphone un app per scannerizzare.

La scansione è un’operazione che consente di digitalizzare un documento cartaceo, rendendo così più agevoli e rapidi processi quali la copia, l’invio, la condivisione e l’archiviazione.

Non sempre però si hanno a disposizione uno scanner o una stampante multifunzione, soprattutto quando ci si ritrova fuori casa con la necessità urgente di trasformare un file in formato digitale.

Lo smartphone, diventato ormai uno strumento di utilità eccezionale sia in ambito lavorativo che personale, se adeguatamente ‘equipaggiato’ è in grado di diventare un vero e proprio scanner.

Continue Reading

Commenti disabilitati su Le 5 migliori app per scannerizzare documenti Studiare a Palermo

Leggi tutto

Perché il marketing è importante nel settore lusso (e come diventare un esperto)

Il successo delle strategie di marketing nel settore lusso è strettamente legato alle potenzialità e funzionalità dei canali digitali.

Sappiamo bene che oggi l’incremento delle performance aziendali non può in alcun modo prescindere dalle risorse online e dai relativi strumenti.

La comunicazione destinata ai luxury goods richiede competenze aggiornate, in linea con le continue evoluzioni del settore.
Ecco perché ti spiegheremo nel corso di questo post cos’è il luxury marketing, quali sono le principali caratteristiche e come acquisire la professionalità necessaria per diventare esperti del settore.

Continue Reading

Commenti disabilitati su Perché il marketing è importante nel settore lusso (e come diventare un esperto) Studiare a Palermo

Leggi tutto

Pausa dagli esami: ecco le 6 cose da fare rigorosamente in Estate

Mare, vacanze, gite, feste, serate, uscite con gli amici: le cose da fare in estate sono tantissime, soprattutto per chi è giovane e ha tanta voglia di divertirsi.

L’approccio degli studenti universitari ai mesi più caldi varia a seconda della situazione scolastica e del livello di responsabilità; c’è chi si dedica alla preparazione degli esami della sessione estiva, chi si organizza diligentemente per quella invernale e chi invece si dimentica completamente dell’università per dedicarsi allo svago e al divertimento assoluti.

Sappiamo bene che le esagerazioni non sono produttive; se da un lato il periodo estivo è fondamentale per rilassarsi e per ricaricare le energie prima della sessione invernale, dall’altro non bisogna dimenticare le responsabilità e gli impegni che scaturiscono dalla frequentazione di un corso di laurea, triennale o magistrale che sia.

L’ideale è sempre l’equilibrio; l’ideale sarebbe rendere produttiva l’estate, bilanciando nella giusta misura studio e relax.  Continue Reading

Commenti disabilitati su Pausa dagli esami: ecco le 6 cose da fare rigorosamente in Estate Studiare a Palermo

Leggi tutto

I 5 migliori master per laureati in Giurisprudenza

Un tempo la laurea giuridica era sinonimo di avvocatura, magistratura e notariato; oggi, i numerosi master per laureati in Giurisprudenza presenti sul mercato formativo italiano confermano un’inversione di tendenza che vede l’indirizzo di studi orientato ad erogare una preparazione ‘versatile’, spendibile in numerosi ambiti.

Chi si iscrive ad un corso di laurea in Giurisprudenza non necessariamente desidera diventare avvocato, notaio o magistrato; non necessariamente è intenzionato ad intraprendere l’iter concorsuale per ottenere l’abilitazione.

Continue Reading

Commenti disabilitati su I 5 migliori master per laureati in Giurisprudenza Studiare a Palermo

Leggi tutto

Come si sceglie un tablet? I 7 fattori da considerare

L’approccio con l’universo mobile e con l’enorme quantità di dispositivi tecnologici può risultare ostico, soprattutto per chi si trova di fronte ad una scelta: ecco perché cercheremo di aiutarti a capire come si sceglie un tablet.

Dal lavoro all’intrattenimento, passando per lo studio, lo strumento consente attraverso le numerose applicazioni di assecondare varie tipologie di esigenze.

Praticità, leggerezza e versatilità si fondono per dar vita ad un perfetto mix tecnologico, sempre più avanzato, tra uno smartphone e un laptop portatile. Ma quali sono le caratteristiche che deve avere un buon tablet e come orientarsi tra gli innumerevoli modelli disponibili sul mercato?

Continue Reading

Commenti disabilitati su Come si sceglie un tablet? I 7 fattori da considerare Studiare a Palermo

Leggi tutto

Fonti atto e fonti fatto: cosa sono e in cosa si differenziano

Nell’ambito dei moderni ordinamenti giuridici, per cui anche di quello italiano, le fonti dalle quali vengono prodotte le norme sono innumerevoli e sono suddivise in fonti atto e fonti fatto.

La parola fonte deriva dal termine latino ‘fons’, che tradotto significa ‘provenienza’.
In questo post ci focalizzeremo quindi sull’origine delle norme del diritto.

Continue Reading

Commenti disabilitati su Fonti atto e fonti fatto: cosa sono e in cosa si differenziano Studiare a Palermo

Leggi tutto

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali